Tyler Herro
Kevin C. Cox/Getty Images

Una battaglia senza esclusione di colpi, un match bello e tirato che alla fine ha premiato Miami, capace di imporsi 112-109 in Gara-4 contro Boston e di portare la serie della Eastern Conference sul 3-1 a proprio favore. Gli Heat dunque si sono portati ad una vittoria dalle Finals, che mancano alla franchigia guidata da Spoelstra dal lontano 2014.

Tyler Herro
Kevin C. Cox/Getty Images

Protagonista del match a sorpresa è stato il rookie Tyler Herro, capace di sfornare la sua miglior prestazione in carriera mettendo a referto 37 punti, 6 rimbalzi e 3 assist con 14/21 al tiro e 5/10 da tre. Battuto il record di 27 punti per un rookie in casa Miami, che era nelle mani di Dwyane Wade fino a ieri sera. “Ha una grande competitività umile dentro di lui – le parole di coach Erick Spoelstra su Herro ha fiducia nei suoi mezzi, ma soprattutto una mancanza di paura che è inusuale. Ma è abbastanza umile da mettersi al lavoro, rendendosi allenabile e accettando i consigli dei veterani che abbiamo in squadra. E più andiamo avanti, più guadagna fiducia“. Male invece Boston, colpevole di aver perso troppi palloni che alla lunga si sono rivelati fatale nell’economia dell’incontro. Serve adesso un miracolo per conquistare le Finals, considerando che gli Heat hanno avuto 12 volte un vantaggio di 3-1 nella serie, vincendo le ultime 11.