LeBron James
Foto Getty / Katelyn Mulcahy

Niente rimonta per i Nuggets in Gara-5. Sotto 3-1, la franchigia del Colorado ci aveva abituato a dare il meglio di se stessa, ma contro un LeBron James del genere non c’è stato scampo. I Lakers tornano alle Finals 10 anni dopo l’ultima volta, quando in campo c’era ancora Kobe Bryant, poi MVP delle Finals.

Proprio al compianto ‘Black Mamba’ è andata la dedica di LeBron James: “ogni volta che si indossa una maglia gialloviola pensi a quello che Kobe ha fatto per questa franchigia per 20 anni, al suo lascito, a ciò che ha rappresentato in campo e fuori e a quello che ha chiesto, prima di tutto a se stesso e poi ai suoi compagni. In questo siamo simili anche se il nostro stile di gioco è diverso, la voglia di essere i migliori e la spinta a fare di tutto per non perdere, non tanto una partita, quello può succedere, ma non perdere mai come attaggiamento, voler vincere sempre, ecco questo è qualcosa che ha sempre tolto il sonno a entrambi. A volte siamo arrivati a sacrificare molto, a partire dalla nostre famiglie, per ottenere tutto questo, ma l’atteggiamento mentale che ha avuto nel suo viaggio dal liceo alla NBA lo capisco benissimo. E penso a tutto questo ogni volta che in spogliatoio, prima di scendere in campo, indosso la mia maglia gialloviola“.