Si apre nel migliore dei modi la stagione 2020-21 del pattinaggio di figura azzurro. Al Nebelhorn Trophy 2020, tappa delle ISU Challenger Series 2020/21 e prima competizione internazionale, arriva infatti il successo per Ghilardi-Ambrosini (IceLab) tra le coppie di artistico e il bellissimo secondo posto di Gabriele Frangipani (Fiamme Oro) tra gli uomini con l’altro atleta tricolore in gara, Matteo Rizzo (Fiamme Azzurre), giunto quinto. Un’ottima prima uscita stagionale dunque per i pattinatori italiani dopo questi mesi di lavoro e di preparazione.

Nella competizione maschile Gabriele Frangipani ha ottenuto un eccellente secondo posto a quota 231.65 punti, nuovo primato personale, confermando sempre più i progressi messi in mostra anche nella scorsa stagione. Per il 18enne altoatesino delle Fiamme Oro, allievo di Lorenzo Magri, personal best in entrambi i segmenti di gara, chiusi al secondo posto denotando una importante costanza di rendimento: 79.13 punti nel corto (42.83 di tecnico e 37.30 per le components, -1 di deduzione) e 152.52 nel libero (77.72 di tecnico, 75.80 per le components, -1 di deduzione) per una prestazione davvero di valore coronata anche da due salti quadrupli nel libero. Meglio di lui, complessivamente, ha fatto solo il vincitore, il lettone Deniss Vasiljevs, autore di una rimonta dal quinto fino al primo posto finale. Quinta posizione complessiva invece per Matteo Rizzo: il classe ’98, terzo dopo un corto da 77.15 punti (38.80 di tecnico e 38.35 per le components), ha realizzato oggi un libero da 136.99 (62.49 di tecnico e 74.50 per le components) dal grande potenziale ma viziato da qualche imprecisione. Punteggio complessivo di 214.14 utile per rompere il ghiaccio e affrontare con più serenità le prossime sfide.

Addirittura vittoria invece per Rebecca Ghilardi e Filippo Ambrosini, la prima per gli allievi di Franca Bianconi e Rosanna Murante in una tappa di ISU Challenger Series: terza dopo un programma corto da 58.32 punti nel corto (31.08 di tecnico e 27.24 per le components), la coppia di IceLab ha realizzato oggi un libero da 96.29 punti nel corto (45.49 di tecnico e 52.80 per le components, -2 di deduzione) con cui ha chiuso a quota 154.61 punti complessivi superando i tedeschi Hocke-Kunkel. Ritirati invece dopo il primo segmento gli altri tedeschi Hase-Seegert, sin lì al comando. Un successo che dà grande morale e fiducia in vista dei prossimi impegni.