MotoGp, Stoner toglie valore al Mondiale 2020: “senza Marquez manca un leader, tutti possono vincere”

L'australiano ha parlato del Mondiale 2020 di MotoGp, sottolineando come abbia perso di valore dopo l'infortunio di Marc Marquez

SportFair

Il Mondiale 2020 di MotoGp ha perso fin da subito il proprio protagonista principale, Marc Marquez infatti si è infortunato nella prima gara di Jerez e non è più tornato in pista, se non per pochi giri nell’appuntamento successivo tenutosi sempre in Spagna.

Una perdita enorme per il campionato, che ha perso secondo Stoner il proprio punto di riferimento, come confermato dall’australiano durante il podcast “In the Fast Lane”: “senza Marc, onestamente, non c’è nessun leader al momento. E lo si vede dai risultati, dalle persone che salgono sul grandino più alto del podio. Marc era un chiaro leader ed ha portato il campionato ad un altro livello. Al momento non c’è un pilota in grado di tirare il gruppo, mostrando quello che andrebbe fatto ogni weekend, con grande costanza nel corso della stagione. Onestamente, penso che si possa vincere con qualsiasi moto in griglia al momento. Sono tutte molto simili, hanno solo alcuni tratti differenti nel modo in cui trovano la loro velocità“.

Marquez mascherina
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Stoner poi si è lanciato anche in un particolare paragone: “ci sono passato in Ducati. Quando sono mancato, la Ducati ha faticato molto. Non mi definisco necessariamente un leader, ma non ho mai guardato al box accanto pensando che l’erba fosse più verde. Ho sempre pensato che quella fosse la moto con cui dovevo lavorare, cercando il modo per renderla veloce. Ed è esattamente quello che fa Marc, non si preoccupa degli altri. Si preoccupa solo delle due cose, di essere veloce. Senza Marc, la Repsol Honda sembra aver perso un po’ la strada e non riesce a mostrare cosa può fare la moto“.