Bagnaia
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Una delusione cocente, un colpo durissimo da incassare per Pecco Bagnaia, che avrebbe certamente vinto il GP d’Emila Romagna se non fosse caduto a pochi giri dalla conclusione, mentre comandava il gruppo con un secondo di vantaggio su Vinales.

Bagnaia
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Una scivolata senza avvisaglie per il pilota italiano, che ha espresso tutta la sua tristezza nel post gara ai microfoni di Sky Sport: “dispiace perché quest’anno vado a braccetto con la sfiga, è una cosa che dà fastidio perché la moto fa paura. Siamo sempre molto veloci, ma a Jerez ho rotto il motore e poi mi son fatto male. Siamo stati forti questo week-end, sia in qualifica che in gara siamo stati davanti. Son caduto mentre gestivo, avrei accettato di più se fosse caduto rincorrendo Vinales, ma in questo modo dà ancora più fastidio“.

Pecco Bagnaia
Foto Getty / Mirco Lazzari gp

Bagnaia poi ha proseguito: “la cosa interessante di oggi è che non stavo spingendo, veniva tutto molto facilmente. Non stavo esagerando, andavo tranquillo perché senza spingere Vinales non mi prendeva. Ieri in Qualifica ho esagerato, ma oggi non è stata la stessa cosa. A parte i primi giri, negli altri ho gestito ed essere caduto in questo modo inspiegabile mi preoccupa un po’. Cadere senza avvisaglie è tosta da capire, la moto nel box è arrivata adesso e proveremo a capire cosa è successo. Son contento rispetto all’anno scorso, ma sarei più contento se le cose andassero meglio. Il primo podio l’ho visto sfumare per un problema tecnico, poi mi son fatto male per una caduta stupida e ho perso tre gare, poi la gara scorsa l’abbiamo portata a termine e ho chiuso secondo. Mi dispiace molto, perché abbiamo dimostrato di essere i più forti in pista questo week-end”.