Joan Mir
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Doppietta italiana a Misano: Morbidelli ha conquistato la sua prima vittoria in MotoGp, seguito da Bagnaia e Mir. Lo spagnolo della Suzuki è stato autore di una fantastica gara, in rimonta conclusa con un terzo podio da urlo, dopo un fantastico sorpasso su Valentino Rossi a poche curve dal traguardo.

Abbiamo dato tutto quello che potevamo dare, sapevamo che all’inizio era un po’ più difficile essere competitivo. Sapevo dove era il limite, mi sentivo bene, stavo comodo, ho visto l’opportunità del podio e l’ho colta e sono contentissimo. Ho visto negli ultimi giri che ero abbastanza forte in quel settore e alla staccata mi trovavo bene, ho superato Rins il giro prima e dopo la verità è che mi sentivo bene e ho sentito l’opportunità di superare Valentino in quella curva, è andata bene e sono contento. La moto era abbastanza nervosa in tutta la parte veloce tutta la gara, è stato difficile essere veloce in quella parte, sembrava che gli altri potevano essere più forti perchè avevano la moto più stabile, è vero che le gomme non sono calate tanto, mi serviva un giro in più per superare anche Bagnaia, che stava soffrendo. Il terzo posto va bene“, ha dichiarato lo spagnolo ai microfoni Sky.

Manca ancora tanto, l’importante è essere così competitivi tutte le gare, non cadere, non fare errori, dobbiamo approfittare di questa situazione per vedere alla fine dove arriviamo. Non vedevo nessuno, vedevo solo un ‘oggetto’ davanti da me, sapevo che era Valentino, ma in quel momento non pensi, mi dispiace per lui ma bene, ce l’abbiamo fatta“, ha concluso Mir.