dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Le qualifiche del Gp di San Marino sorridono alla Yamaha, che piazza tutte e quattro le sue moto davanti, con Vinales in pole, seguito da Morbidelli, Quartaro e Rossi. Ducati in difficoltà, con le moto ufficiali che non riescono a far meglio di quelle del team Pramac.

dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Nono tempo per Dovizioso:è tosta, c’è tanto grip, questo è positivo, ma ci sono tante buche, comunque secondo me la difficoltà è tanta con le gomme di quest’anno e non sono così comodo. Siamo migliorati turno dopo turno, ma non possiamo guardare le Yamaha, siamo un gruppone col passo simile. Nono non è il massimo, è importante partire davanti, recuperare ed essere costanti tutta la gara, come passo non siamo messi così male ma quando non sei così comodo in moto fai fatica“, ha ammesso ai microfoni Sky.

dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

E’ una questione di come guidi, bisogna adattarsi ma non è facile, la gomma cambia anche il modo di guidare. Fortunatamente per loro del team Pramac sono in seconda fila, era il nostro target ma non ce l’abbiamo fatta. Non è male, è solo che partiamo in terza fila. Sicuramente c’è sempre margine, si può fare meglio ed il pilota può adeguarsi alle situazioni, ma non è che non ci proviamo, continueremo a spingere, ma quando parte la stagione (anche se già dall’anno scorso si capiva) e ci sono delle caratteristiche e bene o male stai lì, quello è che, si può modificare sì, ma quello è. Ci sono alti e bassi. Bisogna comunque cercare di farcela“, ha concluso il forlivese della Ducati.