Milano, 6 set. (Adnkronos) – Cambia il codice della strada e si fa più ‘bike friendly’, vicino alla mobilità alternativa all’automobile, soprattutto a partire dalla possibilità di installare autovelox anche nelle strade di quartiere. Il codice “cambierà con il voto della conversione in Legge del Dl semplificazioni che la Camera dei Deputati farà nei prossimi giorni, confermando il testo approvato dal Senato ieri, venerdì 4 settembre”, spiega l’assessore del Comune di Milano, Marco Granelli.
Con il nuovo codice, previo ok del prefetto, si potranno mettere autovelox per ridurre la velocità anche nelle strade urbane di quartiere e locali, mentre oggi sono previsti solo per le strade a scorrimento. A Milano, l’assessore alla Mobilità conta di metterne “in quelle strade urbane dove il rischio è l’investimento del pedone, e cioè dove vi sono strade dritte e larghe che facilitano la velocità, ma si è in presenza di scuole, abitazioni, negozi, servizi per cui vi sono attraversamenti pedonali a rischio per i pedoni”.
Non solo: nel nuovo codice entrano Zone 30, strade urbane ciclabili – dove le auto possono viaggiare solo a 30 chilometri orari – corsie ciclabili e doppio senso ciclabile. Un’altra novità saranno le bici nelle corsie dei bus, ma solo se larghe almeno 4,3 metri. “A Milano potremmo utilizzarla per contribuire a completare la ciclabilità della cerchia della 90-91 nel tratto di viale Serra e viale Monte Ceneri tra il ponte della Ghisolfa e piazzale Lotto”, sottolinea Granelli.