Pioli
Marco Luzzani/Getty Images

Dopo aver superato lo Shamrock Rovers, il Milan affronterà il Bodoe/Glimt nel secondo turno dei preliminari di Europa League. Un impegno non di certo complicato per i rossoneri, ma che Stefano Pioli in conferenza stampa ha invitato a non prendere sottogamba: “non mi piace l’approccio che abbiamo tutto da perdere, abbiamo tutto da guadagnare. Dobbiamo mettere sul campo ciò che proviamo in settimana con grande attenzione e determinazione. Il Bodoe ha giocato 20 partite vincendone 18. Hanno esterni molto veloci e sono bravi a ripartire, ma spesso lasciano molti spazi e noi dovremo sfruttarli. Noi stiamo bene, dobbiamo vedere chi è affaticato dopo la gara di lunedì. Stiamo preparando questa partita come se fosse una finale. Stimoli e motivazioni possono farci vincere la gara. Noi siamo pronti. Dalle 23 di domani penseremo al Crotone, ora testa al Bodoe“.

Pioli si è poi concentrato sui singoli, partendo ovviamente da Zlatan Ibrahimovic: “mi stupisce per la sua condizione. Prima di Dublino ha avuto problemi e non ha alzato il suo minutaggio nelle amichevoli. Invece nelle gare ufficiali si è fatto trovare pronto. Leao? Spero di averlo prima possibile. Quando torna deve mettere in mostra le sue qualità sul campo. Ha potenzialità enormi e voglio che faccia la differenza. Saelemaekers? Alexis ha lavorato bene per la squadra, ma può fare meglio. Maldini e Diaz sono l’alternativa“.