Roma, 10 set. (Adnkronos) – “Siamo assolutamente tranquilli, finirà in nulla come tante altre inchieste che cercavano soldi che non c’erano in Russia, in Svizzera o in giro per il mondo”. E’ quanto sottolineano fonti della Lega, dopo che sono finiti agli arresti domiciliari, nell’ambito nell’inchiesta della Procura di Milano sulla compravendita di un immobile a Cormano da parte della Lombardia Film Commission, i tre commercialisti Michele Scillieri, Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni ritenuti vicini al Carroccio.