Fabbri
Alexander Hassenstein/Getty Images

Se nel mezzofondo Yeman Crippa darà l’assalto al record italiano del miglio a San Donato Milanese (sabato), nel weekend post-Assoluti anche i lanci guadagnano la copertina. E quando si parla di lanci, non si può non pensare al gigante Leonardo Fabbri, e al suo attuale status di leader europeo 2020 del peso, in virtù dell’eccezionale 21,99 di Padova. A sette giorni da quella spallata, l’appuntamento è per domenica alle 19.10 a Chorzow, in Polonia, per sfidare alcuni dei fenomeni mondiali della specialità e confrontarsi sul palcoscenico stellare che gli compete. Comincia la campagna d’Europa del campione olimpico e migliore dell’anno Ryan Crouser, argento iridato a Doha nella “finale delle finali”: sensazionale il suo 22,91 stagionale, alle porte dei ventitré metri, e da urlo anche la serie completamente +22 di sabato scorso a Des Moines. Irraggiungibile – almeno per ora – il fuoriclasse statunitense, Fabbri può però giocarsela con altri colossi del peso al Memorial Kamila Skolimowska: il 23enne fiorentino dell’Aeronautica ritrova il polacco campione europeo Michal Haratyk (21,88 stagionale, 22,32 nel 2019), l’altro polacco da 22,25 Konrad Bukowiecki (miglior lancio nella scorsa edizione del Memorial a Chorzow) che l’ha battuto nel 2019 agli Europei U23 ma che quest’anno non è ancora esploso, il due volte campione del mondo tedesco David Storl con cui Fabbri ha “pareggiato” a Bydgoszcz e lo statunitense che in questa stagione ha allungato di un metro (come Leo) Nick Ponzio (21,72). Diretta streaming sul canale YouTube di World Athletics, come ogni tappa del Continental Tour Gold, per un meeting che presenta anche il trio Kendricks-Lisek-Lavillenie nell’asta, Yuliya Levchenko nell’alto, il disco di Daniel Stahl, i 1500 di Laura Muir.

LANCI DI QUALITÀ – Sempre per i lanci azzurri, alcuni dei migliori interpreti del settore tornano in azione dopo gli Assoluti. La tricolore del disco Daisy Osakue (Fiamme Gialle) gareggia domenica alle 19: sulla pedana di Donnas (Aosta) la campionessa mondiale universitaria cerca i sessanta metri, in una gara che attende l’intero podio di Padova, con Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) e Diletta Fortuna (Carabinieri). Donnas anche per la primatista italiana under 23 del giavellotto Sara Zabarino (Acsi Italia). A Merano (Bolzano), domenica mattina, il peso scagliato dal neo italiano dell’Enterprise Sport & Service Zane Weir, partner d’allenamento di Fabbri e secondo a Padova, può atterrare ancora più lontano dopo il 20,31 degli Assoluti. Tra gli iscritti c’è anche il campione italiano del giavellotto Norbert Bonvecchio (Atl. Trento). E sabato, a Siena, punta a un altro record l’allieva Rachele Mori (Atl. Livorno), a pochi giorni dal 65,03 con il martello assoluto (4kg): l’attrezzo della sua categoria, quello da 3 kg, va scaraventato oltre i 70,27 di Lucia Prinetti (nel 2014) per assicurarsi la migliore prestazione italiana U18. Alla livornese non manca molto, considerato il suo recente 69,83 con il “tre”.

PISTA E SALTI – A Mestre (Venezia) tocca a Ottavia Cestonaro (Carabinieri) nel triplo, a una settimana dal secondo posto tricolore: cambiando gamba di stacco ha già raggiunto i 13,62. A Donnas il campione d’Italia dei 200 Antonio Infantino (Athletic Club 96 Alperia) doppia 100 e 200, l’ostacolista che è stata seconda a Padova nei 400hs Eleonora Marchiando (Atl. Sandro Calvesi) iscritta su 200 e 800. A Roma, stadio Paolo Rosi dell’Acqua Acetosa, “prima” stagionale nei 400hs per Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle) fresco d’esordio a Rieti nei 400 con 46.82: tra i potenziali avversari Mattia Contini (Aeronautica). A Pescara il salto in lungo del terzo d’Italia Lorenzo Mantenuto (Atl. Gran Sasso Teramo), il peso di Lorenzo Del Gatto (Carabinieri) e l’alto di Eugenio Meloni (Carabinieri). Orvieto per la marcia del terzetto in maglia Atletica Firenze Marathon: Ettore Grillo, Andrea Cosi e Niccolò Coppini. Scaldano i motori gli allievi in vista del fine settimana tricolore che li attende la settimana successiva a Rieti: oltre a Mori, Great Nnachi (Cus Torino) a Donnas su 100 e asta, Yassin Bandaogo (Atl. Vicentina) al debutto nei 100 di Mestre, Tommaso Boninti (Atl. Livorno) a Siena nei 400, al XXV Aprile di Milano Marta Amani (Cus Pro Patria Milano) 100-200, Paolo Gosio (Atl. Vallecamonica) 110hs, Emmanuel Musumary (Atl. Cento Torri Pavia) nel peso, a Roma la pesista Benedetta Benedetti (Studentesca Rieti Milardi).