E’ stata la giornata dell’esame di italiano di Luis Suarez, l’uruguaiano è comparso davanti ad una commissione dell’Università per Stranieri di Perugia per ottenere il certificato propedeutico all’ottenimento del passaporto comunitario.

Un test superato in scioltezza dal Pistolero, come ammesso da Lorenzo Rocca, uno degli esaminatori: “gli abbiamo chiesto di pensare ad una città italiana, lui così ha pensato a una che potete ben immaginare. Torino? Io non l’ho detto. Si è visto che il candidato si è impegnato, a livello d’ascolto non ha avuto alcun tipo di difficoltà. Comprende bene la nostra lingua e nel parlato comunica, si fa capire sempre ed è chiaro. Per questo come commissione d’esame abbiamo rilasciato il certificato di livello B1 che è un livello intermedio di competenza linguistica. Certamente il suo italiano migliorerà perché è un ragazzo sveglio e simpatico. È poi ispanofo e la vicinanza tra lingue agevola. Ha parlato molto della sua famiglia e dei tre figli ai quali è molto attaccato. Ha parlato dell’Uruguay e dei suoi progetti per il futuro“.