Stefano Sensi
Chris Ricco/Getty Images

Gioca a centrocampo, ma il suo numero è il 12, un po’ inusuale per un calciatore di movimento. Stefano Sensi ha deciso di svelare ai canali ufficiali dell’Inter il motivo di quel numero, preso fin dai tempi del Sassuolo per una ragione particolare: “sono un centrocampista e indosso la maglia numero 12. La storia è piuttosto semplice: il mio primo ruolo, quando ero bambino, è stato quello del portiere. A 18 anni ho indossato per la prima volta la fascia di capitano, a San Marino: è stata una grande emozione, in tribuna c’era tutta la mia famiglia a fare il tifo per me. Se devo scegliere tra un assist e un gol non ho dubbi: scelgo l’assist! Fare il passaggio perfetto è una gioia e una soddisfazione enorme. Il mio idolo? E’ Xavi, l’ho sempre adorato. Se dovessi mai incrociarlo sicuramente gli direi: ‘sei sempre stato il mio idolo, ho visto tutte le tue partite: il tuo modo di giocare mi ha incantato'”.