Commisso
Gabriele Maltinti/Getty Images

Serata amara per la Fiorentina a San Siro, i viola si arrendono 4-3 dopo una partita pazza, condotta fino all’uno-due firmato Lukaku e D’Ambrosio, arrivato a ridosso del recupero.

Ribery
Marco Luzzani/Getty Images

Una sconfitta che lascia comunque un pizzico di soddisfazione nell’animo di Rocco Commisso, contento per la prestazione della sua squadra: “questo è il calcio: si vince e si perde in minuti o secondi. Credo che loro siano una squadra fortissima, forse la migliore d’Italia, e certe cose vanno accettate. Siamo giovani, abbiamo una squadra più forte dell’anno scorso: siamo ok, forse però sarebbe stato meglio un pareggio perché eravamo due volte avanti e non l’abbiamo conclusa” le parole del presidente viola a DAZN.

Chiesa
Marco Luzzani/Getty Images

Il sogno è finire sopra il decimo posto dell’anno scorso, e credo che ce la faremo. L’anno scorso abbiamo perso le prime due partite, poi due pareggi e abbiamo vinto. Siamo già più avanti dell’anno scorso, e abbiamo una buona squadra. Quest’anno faremo rumore in Serie A. Il futuro di Chiesa? Nell’ultima settimana tutto è possibile. Oggi è della Fiorentina e con la Fiorentina, il mercato non è ancora finito. Si vedrà nella prossima settimana… Stamattina comunque dicevo che l’Inter è fortissima, i panchinari sono quasi quanto paghiamo la nostra squadra. La Fiorentina deve andare avanti con il suo concetto di fare stadi e qualcos’altro, così potremo prendere anche giocatori migliori“.