Luis Suarez
Foto Getty / David Ramos

Il caso legato ai favoritismi nell’esame di lingua italiana sostenuto da Luis Suarez presso l’Università per stranieri di Perugia continua a far discutere. Stando alle accuse formulate nell’ordinanza firmata dal capo della procura della Repubblica di Perugia, Raffaele Cantone, per la quale sono indagate 5 persone, sarebbe stato messo in piedi un esame ‘ad hoc’ che avrebbe favorito il conseguimento del livello B1 per l’attaccante uruguayano. “Una sessione motivata da esigenze logistiche (legate all’occupazione di aule) e di sicurezza – scrive l’ordinanza – quando invece la sessione straordinaria veniva istituita unicamente per consentire il rilascio di un falso attestato“. La Procura delle Federcalcio vuole vederci chiaro ed ha aperto un’inchiesta sulla vicenda. Il capo della procura della Federcalcio, Giuseppe Chinè, ha chiesto anche gli atti dell’indagine della magistratura ordinaria di Perugia.