Fabio Paratici
Foto Getty Alessandro Sabattini

L’inchiesta va avanti, la Procura di Perugia insieme alla Guardia di Finanza continua a studiare e analizzare gli elementi e le intercettazioni acquisite nell’ambito dell’indagine relativa all’esame farsa di Luis Suarez, svolto qualche giorno fa presso l’Università per Stranieri del capoluogo umbro.

Luis Suarez
Foto Getty / Juan Manuel Serrano Arce

Al vaglio del procuratore Raffaele Cantone e dei pm Paolo Abbritti e Giampaolo Mocetti, non c’è solo l’esame in sé ma anche quanto accaduto prima del suo svolgimento, ossia la scelta dell’ateneo di Perugia e cosa abbia portato l’attaccante uruguaiano a svolgere lì il test. Gli inquirenti vogliono capire se a monte di tutta questa storia ci sia un percorso illecito e, se nel caso fosse così, chi siano le persone coinvolte. Al momento nel registro degli indagati non risultato iscritti Suarez e il suo entourage, così come restano esclusi i dirigenti della Juventus.

Foto Francesca Soli /LaPresse

Tuttavia, pare che nelle intercettazioni sia saltato fuori indirettamente il nome di Fabio Paratici, mai citato dalle persone intercettate ma comunque finito al centro di una conversazione tra indagati, che non ha spinto comunque i pm ad aprire un filone diretto rispetto a possibili responsabilità della Juve. La situazione resta comunque delicata, i reati inseriti negli avvisi di garanzia sono gravissimi, toccherà agli inquirenti sbrogliare la matassa e accertare le responsabilità.