Roma, 10 set. (Adnkronos) – Il Consiglio dei ministri, che dovrebbe iniziare a breve, reca all’ordine del giorno direttive Ue e leggi regionali. Sul tavolo di Palazzo Chigi, in particolare, il decreto del Presidente della Repubblica recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 20 dicembre 2017, n. 239, concernente il regolamento recante attuazione della direttiva 2014/90/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 luglio 2014 sull’equipaggiamento marittimo che abroga la direttiva 96/98/CE (Presidenza – Affari europei – Infrastrutture e trasporti); il decreto legislativo con Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 21 maggio 2018, n.68 di attuazione della direttiva (UE) 2016/97 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 gennaio 2016, relativa alla distribuzione assicurativa – esame preliminare (Affari europei – Sviluppo economico);
E ancora: decreto legislativo con Attuazione della direttiva (UE) 2018/957 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 giugno 2018, recante modifica della direttiva 96/71/CE relativa al distacco dei lavoratori nell’ambito di una prestazione di servizi – esame definitivo (Affari europei ‘ Lavoro e politiche sociali); Decreto del Presidente della Repubblica sul Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 15 novembre 2006, n. 314, sulla disciplina dell’assegnazione e della gestione degli alloggi di servizio per il personale dell’Amministrazione penitenziaria – esame definitivo (Giustizia); Esame, ai sensi dell’articolo 127 della Costituzione, di leggi regionali; provvedimento a norma dell’articolo 24 del decreto legislativo n. 1 del 2018; varie ed eventuali.