Guido Migliozzi
Foto Getty / Octavio Passos

Guido Migliozzi e Lorenzo Gagli per riprovarci dopo la bella prova nell’Andalucia Masters, rispettivamente sesto e decimo, Andrea Pavan, Francesco Laporta e Nino Bertasio per trovare il ritmo giusto nel Portugal Masters (10-13 settembre) sul percorso del Dom Pedro Victoria Golf Course di Vilamoura. E’ il primo dei due tornei consecutivi programmati in Portogallo, al quale seguirà l’Open de Portugal (17-20 settembre) a Obidos. I due eventi concludono il ciclo “Iberian Swing” iniziato la settimana scorsa appunto con l’Andalucia Masters, secondo una strategia dei responsabili del circuito continentale di far disputare gruppi di gare in determinati clusters.

Torna a giocare in Europa l’inglese Tommy Fleetwood, dopo essere ripartito nel post lockdown dagli Stati Uniti, Nel field i connazionali Matthew Jordan e Marcus Armitage, i giocatori di casa Pedro Figueiredo e Ricardo Santos, gli spagnoli Pablo Larrazabal e Jorge Campillo, i francesi Joel Stalter e Benjamin Hebert, gli olandesi Joost Luiten e Wil Besseling, i sudafricani Justin Walters e Wilco Nienaber e i cinesi Haotong Li e Ashun Wu. Attesa per la prova dello statunitense John Catlin, vincitore domenica scorsa in Spagna, mentre difende l’unico titolo conquistato in carriera l’inglese Steven Brown, 33enne di Ashford, che ha ottenuto due top ten nell’ultimo mese.

Si gioca a porte chiuse rispettando i rigidi protocolli di sicurezza imposti dall’European Tour. Il montepremi è di un milione di euro con prima moneta di 156.825 euro.