Oggi, a Milano, presso la sede di RCS MediaGroup si sono incontrati il Presidente del Gruppo, Urbano Cairo e l’Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia, Mauro Caruccio.

Urbano Cairo, Presidente RCS MediaGroup ha detto: “I grandi eventi di ciclismo come quelli che organizziamo, permettono di mostrare a tutto il mondo l’emozione dello sport, il fascino dei paesaggi e della storia, la bellezza della bicicletta. Un mezzo efficiente, che ha radici nel passato e sempre più sarà la soluzione per il futuro. Per questo continuare a collaborare con un brand di livello mondiale come Toyota ci fa molto piacere, perché con le sue auto ibride e innovative ci aiuterà a costruire ancora una volta uno spettacolo responsabile e sostenibile. Siamo convinti che il nostro futuro, quello del ciclismo e non solo, passi anche da qui. E con Toyota potremo continuare a costruirlo assieme.”

“Siamo estremamente contenti di aver rinnovato la partnership con RCS MediaGroup e di poter avere nuovamente la nostra gamma di veicoli elettrificati protagonista del 103esimo Giro d’Italia – dichiara Mauro Caruccio, Amministratore Delegato Toyota Motor Italia. Questa partnership ha una duplice valenza: da un lato testimonia la nostra vicinanza ai valori propri del mondo dello sport – la passione, la sfida, la perseveranza nel superare ogni ostacolo – dall’altro si coniuga con l’ambizione del Gruppo Toyota di contribuire a ridurre, attraverso l’impiego della propria tecnologia Full Hybrid Electric, l’impatto ambientale promuovendo innovative soluzioni di mobilità sostenibile – guardando al Giro d’Italia la bicicletta incarna il mezzo di mobilità sostenibile per eccellenza.”

Anche quest’anno Toyota ha messo a disposizione del Giro una flotta di 43 vetture, 37 RAV4 e 6 Corolla Touring Sports. Le vetture saranno equipaggiate con l’ultima evoluzione della tecnologia Full Hybrid Electric Toyota, giunta alla quarta generazione, in grado di coniugare al meglio prestazioni con alta efficienza energetica ed emissioni di climalteranti ed inquinanti estremamente ridotte.

I dati rilevati lo scorso anno su oltre 160.000 km hanno mostrato come le vetture abbiano viaggiato in modalità ZEV, zero emissioni, per oltre il 50% del tempo.

Ai modelli coinvolti nella carovana del Giro si aggiunge quest’anno una nuova protagonista, la nuova Yaris Hybrid. La nuova Yaris nell’allestimento Premiere sarà esposta alla partenza e all’arrivo di tutte le tappe dove i partecipanti all’evento potranno ammirare dal vivo la nuova vettura.

Nuova Yaris sarà inoltre protagonista della WeHybrid Race, la sfida ibrida dell’efficienza che vedrà coinvolti gli ambassador Toyota che percorreranno alcune tappe del Giro a bordo dell’ibrido migliore di sempre: più guideranno in elettrico e più accumuleranno vantaggio nei confronti degli altri concorrenti. Il tutto verrà monitorato tramite l’Hybrid Coach, una funzione dell’app MyT che è in grado di far visualizzare a fine percorso la % di tempo e spazio percorso in elettrico.

A completare il percorso sulla mobilità sostenibile non poteva mancare la massima espressione tecnologica di Toyota con la sua berlina ad idrogeno, la Mirai. Tre vetture saranno protagoniste delle tappe crono di Palermo (3 ottobre), Conegliano (17 ottobre) e Milano (25 ottobre). La Toyota Mirai è la prima berlina alimentata a idrogeno, prodotta in serie dal 2014, che oggi conta oltre 10.000 vetture vendute a livello mondiale. La Mirai è una vettura a trazione elettrica, dove l’elettricità è generata a bordo utilizzando l’idrogeno, e la cui unica emissione è l’acqua; è una vettura che si ricarica in 3 minuti ed ha un’autonomia di circa 500 km.
LE TOYOTA AL GIRO D’ITALIA

RAV4 Hybrid
Il RAV4 Hybrid mantiene sul mercato italiano il suo posizionamento unico e distintivo nel segmento di riferimento, grazie alla motorizzazione Full Hybrid Electric. È sviluppato, per la prima volta, sulla piattaforma di progettazione TNGA-K (Toyota New Global Architecture–K) che, grazie alla posizione del baricentro più in basso, a una migliore distribuzione delle masse e ad una scocca più rigida, contribuisce a migliorare la maneggevolezza, il comfort di marcia e il piacere di guida. La trasmissione ibrida di quarta generazione, abbina un nuovo motore benzina da 2.5L con un potente motore elettrico (88kW) per un totale di 218 CV di potenza per la versione due ruote motrici assicurando straordinari livelli di risposta, potenza ed efficienza, combinati a consumi ed emissioni ridotti. I consumi sono a partire da 22,2 km/l mentre le emissioni di anidride carbonica (CO2) a partire da 100 g/km. Le emissioni degli ossidi di azoto NOx sono di 3 mg/km per la versione a due ruote motrici, inferiori del 95% rispetto al limite previsto dalla normativa vigente dei 60 mg/km del benzina Euro6.

Corolla Touring Sports Hybrid

La Corolla Touring Sports, realizzata sulla nuova piattaforma TNGA-C garantisce un’esperienza di guida dinamica e coinvolgente grazie a caratteristiche come la stabilità, la maneggevolezza e l’agilità garantite dalla nuova piattaforma. Le vetture del Giro d’Italia saranno equipaggiate con il propulsore ibrido di quarta generazione 1.8L da 122 CV.
I livelli di consumi ed emissioni, sia d’inquinanti, sia di climalteranti, sono ai vertici della categoria: i consumi e le emissioni di CO2 si attestano per la versione 1.8L a partire da 30,3 km/l e 76 g/km di CO2 (dati NEDC correlato nel ciclo combinato). Le emissioni degli ossidi di azoto NOx sono di 3 mg/km, inferiori del 95% rispetto al limite previsto dalla normativa vigente dei 60 mg/km del benzina Euro6.