Bryn Lennon

Un ottavo posto per Charles Leclerc nel Gp del Mugello che è sicuramente meglio dei disastri di Spa e Monza, ma che non può essere visto come un buon risultato. La Ferrari continua a dimstrarsi inferiore alle dirette concorrenti, ma anche a monoposto di centro classifica che continuano a portare migliorie in pista. L’unica novità arrivata da Maranello è stata invece quella legata al cambio del colore della monoposto, per omaggiare i 1000 Gp.

leclerc
Pool/Getty Images

Viene quasi il dubbio che la Ferrari abbia abbandonato il progetto della monoposto 2020, per concentrarsi sulla prossima. Ipotesi smentita da Leclerc a Sky Sport: “sicuramente è stata una delle gare più difficili. Ho fatto una buona partenza, poi ho fatto fatica perchè non avevo il passo ed ero in difficoltà con il bilanciamento e con la macchina in generale. Ieri in qualifica non è andata così male, oggi ho fatto fatica con le hard, come a Monza, c’è da lavorare. Rimango motivato e non vedo l’ora di rientrare in macchina in Russia, ma dobbiamo capire cosa c’è che non va con questa macchina. Se la Ferrari ha abbandonato questa macchina? No, sono sicuro che il team stia lavorando per portare degli upgrade. Sono contento del mio giro di ieri, il bilancio era buono, ma alla fine in qualifica non si mette alcun punto. Dobbiamo restare motivati, ma sicuramente è un momento molto difficile“.