Federico Chiesa
Gabriele Maltinti/Getty Images

Tanti colpi importanti, per costruire una Fiorentina che possa migliorare gli anonimi risultati degli sorsi anni. Rocco Commisso ha messo mano al portafogli e ha regalato a Iachini una squadra competitiva, che possa competere con le big del nostro campionato e, perché no, sognare anche un posto in Europa.

Rocco Commisso
Foto Getty / Claudio Villa

Intervenuto ai microfoni della Gazzetta dello Sport, il numero uno viola ha ammesso: “io voglio vincere, non sono venuto per arrivare decimo ma per vincere. Dove per vincere intendo dire andare in Europa League, magari andare in Champions o conquistare una Coppa Italia. Credo che questo sia possibile. Però datemi tempo. Rocco non fa promesse che non può mantenere. Poi, voglio fare meglio del decimo posto. Il mercato? Amrabat è fortissimo, peccato che non ci sarà contro il Torino. Ma a centrocampo abbiamo Castrovilli, Bonaventura, Borja Valero, Duncan, Pulgar. Da ex centrocampista so che questo reparto è il cuore della squadra. La Fiorentina ha bel cuore“.

Federico Chiesa
Foto Getty / Maurizio Lagana

Commisso poi si è soffermato sul futuro di Federico Chiesa: “nei prossimi giorni parlerò con il ragazzo. A suo tempo ho promesso al padre di Chiesa che lo avrei lasciato libero davanti a un’offerta giusta. Federico ha preferito non prendere in considerazione alcune richieste che erano arrivate dall’estero. Lo capisco, questo è l’anno dell’Europeo. Lui vuole fare bene in Italia per convincere il ct Mancini. Però deve ricordare che è la Fiorentina che l’ha portato dove è adesso. E che deve fare le cose giuste. Chi vuole comprare ribadisce che la valutazione dei calciatori è scesa. Ma io dico che non è scesa quella dei grandi giocatori. Vedremo. Milenkovic? Io lo voglio tenere, è un buon ragazzo e un ottimo difensore“.