(Adnkronos) – L’impegno di Intesa Sanpaolo è anche quello di sostenere il restauro della fontana della Dea Roma in Campidoglio che vede la progettazione e Direzione lavori a cura della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Collocata sullo sfondo della piazza del Campidoglio, la fontana vanta infatti una storia piuttosto complessa legata alle vicende di una delle piazze più importanti di Roma, sede dal XII secolo del Comune cittadino.
A 25 anni dall’ultimo restauro, la fontana si trova in cattivo stato di conservazione e presenta criticità relativamente all’impianto idrico, soprattutto per quanto riguarda lo smaltimento delle acque. Tra l’altro, sulle superfici in marmo della fontana sono presenti depositi di particellato atmosferico e materiale inquinante, patine biologiche e incrostazioni calcaree, queste ultime concentrate soprattutto sul bordo della vasca superiore, dove raggiungono lo spessore di diversi millimetri.
Tra gli interventi previsti dal restauro,’Intesa Sanpaolo segnala che prioritariamente saranno effettuate indagini e verifiche del sistema delle acque, collegato a quello di palazzo Senatorio, al fine di rilevare la provenienza delle perdite d’acqua nell’area e di effettuare la revisione di tutti gli impianti, nonché lo spostamento delle condutture delle acque di smaltimento.