Hamilton
Rudy Carezzevoli/Getty Images

Una discussione continua, partita dopo l’entrata della Safety Car in pista e terminata alla ripartenza successiva alla bandiera rossa.

Hamilton
Rudy Carezzevoli/Getty Images

Messaggi chiari quelli tra Lewis Hamilton e i suoi ingegneri, utili per capire gli attimi che hanno portato al clamoroso errore che ha privato il britannico di una vittoria quasi certa a Monza. Tutto inizia con Magnussen che parcheggia la propria Haas all’entrata della pit-lane, dopo undici secondi la Direzione Gara autorizza l’ingresso della Safety-Car e chiude la corsia box, ma la Mercedes non se ne accorge. Da qui inizia la discussione via radio tra Hamilton e la squadra

Mercedes: Safety Car. Box, box.
Hamilton: Gomme dure, gomme dure
Mercedes: Ricevuto Lewis, è troppo tardi per cambiare. Andiamo sulle medie.
MercedesAh…stai fuori! La pit-lane dovrebbe essere chiusa.
Hamilton: Non ho capito cosa avete detto prima.
Mercedes: Era un messaggio dell’ultimo momento Lewis, l’ingresso pit-lane era chiuso.
Hamilton: Era chiuso?.
Mercedes: Stiamo controllando quando il messaggio è uscito.

La discussione poi prosegue:

Hamilton
Rudy Carezzevoli/Getty Images

Hamilton: Non credo che siamo sulle gomme giuste.
Mercedes: Ricevuto Lewis, noi pensiamo che sia ok.
Hamilton: La pit-lane è chiusa?.
Mercedes: C’è il messaggio sullo schermo, ma sì, lo era. Ne stiamo discutendo.
Mercedes: Lewis, la pit-lane è aperta adesso, aspettati che si fermino molte macchine.
Hamilton: Quindi io sono entrato con la luce accesa?.
Mercedes: Siamo sotto investigazione Lewis, vediamo con cosa escono fuori. Quando ripartiamo dovremo farci i conti, apri il maggiore gap possibile”.
Hamilton: Io non ho visto nessuna luce.

Hamilton: C’era una luce quando sono entrato?.
Mercedes: C’era una luce all’estrema sinistra di curva 11.
Hamilton: Ok ma all’ingresso della pit-lane non c’è una luce.

Hamilton: Sto solo cercando di capire. Non c’è un luce all’ingresso della pit-lane.
Meadows: Lewis non è la luce all’ingresso della pit-lane, è la luce alla sinistra dei normali pannelli luminosi.
Hamilton: E siete sicuri che non l’abbia passata prima?

Dopo la bandiera rossa, Hamilton discute con l’ingegnere di pista Andrew Shovlin sul ‘quando’ scontare la penalità:

Hamilton: In due giri posso fare un gap di almeno 5 secondi.
Shovlin: Ti capisco, credimi, ma sarai comunque con pista libera davanti. Se c’è un’altra Safety Car siamo completamente fregati. Ho bisogno che ti fermi subito.
Hamilton: Siamo fregati comunque.
Shovlin: No, non credo. Fidati. Te lo prometto. Quando esci avrai pista libera.