Hamilton
Mark Thompson/Getty Images

In pista non mostra debolezze, si mette al volante della sua Mercedes e spinge per centrare i suoi obiettivi, riuscendo ad ottenerli nella maggior parte dei casi. Tolto il casco e allontanatosi dalle telecamere però, Lewis Hamilton torna il ragazzo di tutti i giorni con le sue paure e le sue debolezze, affrontando quei problemi che la vita mette di fronte a tutti.

Hamilton vittoria
Mark Thompson

Un lato oscuro che il campione del mondo ha voluto raccontare, postando sui propri canali social un lungo messaggio: “ci sono due lati di me. La prima è quella che vedete in TV. Quella competitiva, il pilota affamato che è in me e che esce quando abbasso a visiera del mio casco. Quando chiudo la visiera prendo vita. Tutte le mie paure e le mie insicurezze sono messe da parte. Mi concentro e non smetto di esserlo sino a quando non ho fatto quello che devo. Mi sento come se avessi i superpoteri che ho sempre desiderato di avere, quando sono al volante della mia monoposto“.

lewis hamilton
Lars Baron/Getty Images

Al lato sportivo e lavorativo, Hamilton ha poi contrapposto quello privato, che in pochi hanno la fortuna di conoscere: “poi, ci sono semplicemente io. Una persona che cerca di capire la vita giorno dopo giorno, proprio come voi. Cerco di trovare la serenità, gestire il tempo, bilanciare lavoro e vita privata e cercare tempo per la mia famiglia e i miei amici. Lavoro sulla gestione delle mie emozioni e cerco di trovare tempo per altre cose di cui sono appassionato. Come tanti di voi, sto solo cercando di essere e fare del mio meglio in ogni cosa“.

Hamilton
Peter Fox/Getty Images

Non mancano le difficoltà anche nella vita di Hamilton: “ho anche tanti giorni difficili. Specialmente nella bolla in cui stiamo vivendo attualmente. Mi sento solo, perdi amici e famiglia, e con gare così ravvicinate tra loro significa non avere tempo per altro, se non per il lavoro. Dunque sono grato alle persone più vicine a me per aiutarmi a trovare il giusto bilanciamento delle cose, anche se si tratta solo di messaggi, telefonate o videochiamate. Quello che vorrei cercare di dire è, non è mai una cosa sbagliata chiedere aiuto se ne hai bisogno, o dire a qualcuno come ti senti. Mostrando il tuo lato vulnerabile non ti rende sbagliato o debole. Io vedo questo come un’occasione per diventare più forte e migliore di quanto non fossimo prima. Ovunque ci si trovi nel mondo, spero e prego che sappiate quanto siete incredibili, fortunati, talentuosi, belli e forti, e non importa quello che dicono le altre persone, potete fare quasi tutto ciò che avete in testa. Tutto quello che dovete fare è crederci e mettervi all’opera per fare quello che pensate. Con amore“.