Hamilton
Bryn Lennon/Getty Images

Davvero strano quanto successo nella giornata di ieri a Sochi, circuito su cui si è tenuto il Gran Premio di Russia vinto da Bottas davanti a Verstappen e Hamilton.

Hamilton
Dan Mullan/Getty Images

Il pilota inglese è stato penalizzato di dieci secondi per aver compiuto due prove di partenza in una zona vietata della pista, una sanzione che lo ha costretto a rimandare l’appuntamento col record di vittorie di Michael Schumacher. Una decisione, quella dei Commissari di Gara, resa nota in diretta televisiva dopo 40 minuti rispetto all’inizio dell’investigazione, una tempistica che ha sollevato non poche polemiche all’interno del paddock. Con il passare delle ore però la questione si è fatta ancora più misteriosa, dal momento che l’emittente finlandese C More ha dato in diretta e nel dettaglio l’esito della decisione della Direzione Gara nei confronti di Hamilton prima della partenza del GP di Russia, dunque 10 minuti in anticipo rispetto alla comunicazione ufficiale. Secondo i bene informati, il motivo sarebbe da ricondurre ad una soffiata di Mika Salo, ex pilota finlandese e membro del collegio di Sochi. Una situazione davvero grottesca che mina la credibilità dell’intero circus, da sempre attento alla fuga di notizie.