toto wolff
Mark Thompson/Getty Images

Una vittoria gettata alle ortiche a causa di un errore pesantissimo, costato a Lewis Hamilton un successo che avrebbe potuto permettergli di eguagliare Michael Schumacher in testa alla classifica all-time.

Gasly
Pool/Getty Images

Niente da fare però per una topica presa dall’intero team Mercedes, non accortosi della chiusura della pit-lane subito dopo il ritiro di Magnussen. Interrogato sulla questione, Toto Wolff non ha fatto drammi, bacchettando però la propria squadra: “questa è una sconfitta per la Mercedes e le grandi squadre, ma è una vittoria per lo sport, oggi è stato un grande divertimento ed è stato fantastico vedere i giovani che si sono battuti lì davanti. Congratulazioni a Pierre e all’Alpha Tauri, si sono meritati la vittoria. Per noi è stata ovviamente una gara deludente”.

wolff
Mark Thompson/Getty Images

Wolff ha spiegato poi cosa è successo al momento dell’errore che ha coinvolto Hamilton: “inizialmente c’era solo una bandiera gialla poi undici secondi dopo è stato comunicato l’ingresso della safety car. Quello che non siamo riusciti a capire è che mentre la safety car entrava in pista è stato bloccato l’accesso alla pit-lane. Non c’era il tradizionale semaforo rosso all’ingresso della corsia box, ma due croci gialle all’esterno (della Parabolica) e nessuna luce sul lato interno. Abbiamo visto il messaggio della pit-lane chiusa all’ultimo momento nel remote-garage, uno degli strateghi ha gridato in radio proprio mentre Lewis stava entrando nella corsia box. C’era confusione, perché stavamo preparando il cambio gomme, e tutti sulla pit-lane, compreso me, eravamo focalizzati su quello, nessuno ha osservato la pagina quattro del monitor in cui c’era la comunicazione che la pit lane era stata chiusa. Non siamo felici di quanto è accaduto, ovviamente, ma dobbiamo incassare quanto fatto. Le indicazioni con le croci gialle erano all’esterno della Parabolica, non all’interno, e non c’era nessuna luce rossa all’ingresso della pit-lane, ed è per questo che Hamilton è andato a trovare Michael Masi per confermagli che non aveva visto alcuna segnalazione“.

Lewis Hamilton
Pool/Getty Images

Wolff ha comunque elogiato la gara di Hamilton: “la rimonta di Lewis è stata molto buona, a Monza è difficile superare, soprattutto ora con la nuova direttiva tecnica sulle modalità di motore, quindi, tenendo conto di questo, è stato molto forte a recuperare fino alla settima posizione. Da parte di Valtteri bisogna vedere cosa è successo con la macchina, perché non girava bene a destra e questo gli rendeva difficile fare progressi. Abbiamo avuto problemi anche sul fronte del raffreddamento, il che ha reso le cose ancora più difficili per lui là fuori. Prenderemo tutte le lezioni possibili da questo fine settimana e torneremo a combattere al Mugello“.