Perez e Vettel
Dan Mullan/Getty Images

La prossima stagione sarà particolare per Sebastian Vettel, dal momento che lascerà la Ferrari per correre con l’Aston Martin, l’odierna Racing Point per intenderci. Il tedesco prenderà il posto di Sergio Perez e inizierà un nuovo capitolo della propria carriera, restando dunque nel circus dopo i sei anni a Maranello.

Vettel
Peter Fox/Getty Images

Una decisione che il team principal Otmar Szafnauer ha spiegato al sito ufficiale della scuderia, svelando i motivi che hanno portato la squadra a scegliere Seb al posto di Checo: “era da tempo che parlavamo con Vettel, ma la decisione finale l’abbiamo presa poco prima dell’annuncio. Non è stata una scelta facile perché Sergio Perez ci ha aiutato molto in questi tempi, è un grande pilota ed è veloce, una certezza per la domenica. Però Sebastian ha dalla sua una grandissima esperienza per guidare e lavorare in un top team e Aston Martin aspira a tutto ciò. Seb porterà l’etica del lavoro, che da campione del mondo tutti noi vogliamo imparare. Ciascuno di noi dovrà alzare il proprio livello di gioco e lui sarà anche un grande mentore per Lance, con i suoi 53 successi in carriera. Lance è ancora relativamente giovane e molto veloce, ed è fantastico per lui imparare da un quattro volte campione del mondo. Stiamo lavorando duramente a Silverstone per investire in tutte le aree del team e portare le infrastrutture e le risorse necessarie dove servono“.

sergio perez
Rudy Carezzevoli/Getty Images

Sul futuro di Sergio Perez, il team principal Szafnauer ha sottolineato: “Sergio è un bravo ragazzo, un grande pilota che ha dato il meglio per noi per tutto questo tempo. Bravissimo di domenica e molto migliorato con il suo ritmo nel giro di sabato. È sempre stato affidabile. Speriamo che possa restare tra i più grandi e possiamo vederlo sfidarci in futuro. Ma non sempre un quattro volte campione del mondo come Sebastian diventa disponibile e abbiamo dovuto considerare questa opzione“.