GP Imola

Il Gran Premio di Misano è stato il primo evento della stagione di MotoGp a disputarsi con una piccola presenza di pubblico, un risultato esaltante che potrebbe essere replicato in Formula 1, in occasione del Gran Premio di Imola in programma nel week-end del 1° novembre.

Tifosi Misano
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia Romagna, ha espresso questo desiderio in vide-conferenza: “mi pare che abbiamo vinto la scommessa della riapertura al pubblico del Motomondiale, un grazie agli organizzatori e al sindaco di Misano. Insieme avevamo scommesso sull’idea di organizzare il tutto dicendo al Governo italiano che per eventi una tantum eravamo in grado di garantire la sicurezza per spettacoli all’aperto. La cosa funziona, lo abbiamo dimostrato, c’è la possibilità di riaprire le porte agli appassionati. Cercheremo di fare la stessa cosa anche a Imola, tenendo conto dell’andamento della curva epidemiologica. Quando c’è questo senso di responsabilità in spazi all’aperto così grandi, allora esiste la possibilità di aprire l’evento al pubblico“.

Mark Thompson

Sul successo ottenuto a Misano domenica scorsa, Bonaccini poi ha chiosato: “siamo molto onorati di avere ospitato quest’anno due GP a Misano, ci abbiamo messo tutta la passione e gli sforzi possibili. È stata messa in campo una capacità incredibile di promuovere questo territorio. Questa è la vera Motor Valley mondiale, dato che successivamente a questo doppio appuntamento con la MotoGP prepareremo il ritorno della Formula 1 a Imola. È un’opportunità anche per il territorio a livello economico e turistico, dato che quelle 10mila persone che accedono al circuito poi rimangono nel territorio riminese per dormire, mangiare, ecc… Ci auguriamo che i piloti italiani, che hanno fatto così bene nel primo GP di Misano, possano replicare o addirittura migliorare le prestazioni nel GP dell’Emilia Romagna“.