Roma, 7 set. (Adnkronos) – “Eravamo molto amici, frequentavamo da tempo la stessa comitiva. Ero lì davanti, l’ho visto morire. Non potrò mai togliermi la scena dalla testa, non respirava più”. Così all’Adnkronos Lorenzo, un amico di Willy Monteiro Duarte, il , che è rimasto accanto al giovane durante i suoi ultimi istanti di vita.
“E’ stato tutto molto veloce – aggiunge – sono rimasto vicino a lui per un’ora, forse meno. Quelli erano delle furie. Non ricordo molto bene. Sono ancora sotto choc, sono due giorni che non dormo e rivivo quei momenti. Queste cose non si dimenticano”.
“Willy qui lo conoscevano tutti. Un ragazzo solare, silenzioso, buono, non avrebbe mai fatto male ad una mosca. Una tragedia incredibile”, concluse Lorenzo.