Roma, 13 set. (Adnkronos Salute) – Come saranno le prime elezioni ‘in mascherina’? “Gli ingressi saranno contingentati e le procedure sono state ben definite. I protocolli specifici sono stati studiati per tempo, e ritengo dunque che i possibili rischi legati a Covid siano stati ridotti al minimo”. Lo afferma all’Adnkronos Salute Luca Richeldi, direttore dell’Uoc di Pneumologia del Policlinico Gemelli Irccs di Roma e membro del Comitato tecnico scientifico (Cts) per l’emergenza coronavirus.
Se in alcune regioni si fatica a trovare scrutatori, “in questo caso bisogna dire che un minimo di rischio c’è, anche se le misure previste sono molto tutelanti. Occorre sottolineare che giocano un ruolo anche i comportamenti e i rischi individuali: cioè se si è attenti al rispetto delle misure e dei protocolli, e se soffre di malattie croniche. In quest’ultimo caso, io sconsiglierei” di fare lo scrutatore, conclude Richeldi.