(Adnkronos) – “è stato il tempo -ha ricordato Zanda- della nazionalizzazione dell’energia elettrica, delle leggi sull’università e sull’urbanistica, del Servizio sanitario nazionale, dello Statuto dei lavoratori, delle Regioni, della legge per l’attuazione del referendum, dell’obiezione di coscienza, della scuola media obbligatoria, della smilitarizzazione della Polizia, del divorzio e dell’aborto. è una lista enorme”.
“Ciascuna di queste riforme, realizzate in poco più di 10 anni, ha avuto un’importanza strategica. Oggi fa impressione ricordarle così, tutte in fila. Riforme nate da confronti serrati in Parlamento tra grandi personalità politiche. Anni di grandi travagli sui principi e sui valori”.
“Ma, contemporaneamente, non solo per l’Italia, ma soprattutto per l’Italia, sono stati anche gli anni della violenza terroristica e delle stragi, anni di sangue, anni nei quali il quadro internazionale iniziava a mostrare i segni dei grandi cambiamenti geopolitici che sarebbero seguiti”.