Roma, 7 set. (Adnkronos) – Un dispositivo indossabile per aiutare a tenere le distanze in azienda e tracciare eventuali contagi da Covid-19. E’ la soluzione adottata da Acciai Speciali Terni, storica acciaieria italiana che occupa 1.200 dipendenti. Ast, società del gruppo Thyssenkrupp, dall’inizio della pandemia ha adottato un protocollo estremamente stringente per il controllo del virus e ora compie un altro passo adottando, prima grande azienda italiana, il dispositivo Pj20 Tracer. Si tratta di un apparecchio Bluetooth low energy indossabile progettato da Vetrya, azienda italiana specializzata nello sviluppo di servizi digitali che sarà nella dotazione persona di ogni dipendente, ma anche dei lavoratori delle ditte terze e dei visitatori che entreranno in azienda.
Nel momento in cui due o più dispositivi si avvicinano al di sotto di una determinata distanza (ad esempio un metro) Pj20 avverte i lavoratori con un suono, una vibrazione o una segnalazione luminosa. La memoria interna del dispositivo registra l’evento di contatto con data, ora e durata creando, in caso di necessità, una mappa dei contatti.
Ogni dispositivo ha un proprio identificativo digitale variabile, senza alcuna localizzazione geografica o registrazione dei dati personali, in grado dunque di garantire in pieno le normative sulla privacy.