Roma, 8 set. (Adnkronos) – Quelli segnati dalla lotta al Covid-19, nel pieno dell’emergenza sanitaria, “sono stati giorni molto difficili, tragici. Però rivendico con orgoglio di aver potuto contare, anche negli istanti più drammatici, sul senso di responsabilità dei miei concittadini. Se oggi l’Italia è vista come un punto di riferimento nella lotta internazionale a questo virus, è soprattutto merito loro”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, in un’intervista a ‘L’Orient Le Jour’ in occasione della sua visita a Beirut.
“Ma la mia gratitudine va anche ai medici, agli infermieri e a tutti gli operatori sanitari. A chi era e continua ad essere in prima linea: un amalgama di professionalità, dedizione e determinazione che oggi ‘ voglio ricordarlo ‘ ritroviamo nell’ospedale da campo allestito qui a Beirut e che fino a qualche mese fa operava in una delle zone d’Italia più colpite dal contagio. Dobbiamo continuare su questa strada, a livello nazionale e internazionale, senza abbassare la guardia e lavorando ad una risposta coordinata che tuteli la salute di tutti, nessuno escluso. è una battaglia che non possiamo permetterci di perdere e che deve chiamare a raccolta l’intera comunità internazionale”, ha rimarcato il presidente del Consiglio.