Arnautovic
Josef Bollwein - Sepa Media/Getty Images

Ha lasciato il West Ham per affrontare una nuova esperienza in Cina, firmando con lo Shanghai SIPG con l’obiettivo di vincere il campionato cinese.

I primi tempi in Asia però si sono rivelati complicati per Marko Arnautovic, che ha rivelato ai microfoni di Beanyman Sports di essere stato ad un passo dal baratro: “ho sottovalutato il campionato cinese e tutta la situazione, non mi sono allenato bene e non mi sono preso cura del mio corpo nei primi mesi. Mangiavo e bevevo di tutto, bevande gassate come Sprite, Coca Cola, Fanta. Insomma tutte quelle bevande zuccherate che non fanno bene al corpo. Mangiavo in momenti sbagliati, non dormivo neppure perché quando sono arrivato in Cina mi ci sono volute circa tre settimane prima di potermi adattare al tempo. Andavo a letto alle 6 o alle 7 del mattino e mi svegliavo alle 3-4 del pomeriggio. Andavo ad allenarmi e poi rimanevo sveglio tutta la notte e ovviamente mangiavo ancora in orario sbagliati“.

Poi la svolta: “ad un certo punto qualcosa è cambiato nella mia testa, il club ha speso molto per avermi e io avrei dovuto ripagare questa fiducia. Sono stato preso per fare bene, per vincere il titolo. Ho sistemato certe cose nella mia testa e ora va tutto decisamente meglio“.