Roma, 10 set. (Adnkronos) – “Le informazioni raccolte dalla nostra ultima riunione di politica monetaria a luglio suggeriscono un forte rimbalzo dell’attività economica nell’area dell’euro e sostanzialmente in linea con le aspettative precedenti, sebbene il livello di attività rimanga ben al di sotto dei livelli prevalenti prima della pandemia di coronavirus (Covid-19)”. Ad affermarlo è il presidente della Bce, Christine Lagarde al termine del Consiglio direttivo della Bce.
“Mentre l’attività nel settore manifatturiero ha continuato a migliorare, lo slancio nel settore dei servizi è leggermente rallentato di recente”, osserva Lagarde. “Sulla ripresa pesa una certa incertezza in quanto continua a dipendere fortemente dalla futura evoluzione della pandemia e dal successo delle politiche di contenimento”.
La domanda interna dell’area dell’euro, spiega Lagarde, “ha registrato una significativa ripresa dai bassi livelli, sebbene l’elevata incertezza sulle prospettive economiche continui a pesare sui consumi e sugli investimenti delle imprese. L’inflazione complessiva è frenata dai bassi prezzi dell’energia e dalle deboli pressioni sui prezzi nel contesto di una domanda contenuta e di una notevole debolezza del mercato del lavoro”.