Fabio Borini
Marco Luzzani/Getty Images

Un diploma che Fabio Borini non riesce a conseguire, complici numerose vicissitudini che finora non hanno permesso al giocatore dell’Hellas Verona di conseguire questo agognato titolo di studio.

Fabio Borini
Emilio Andreoli/Getty Images

Lo sfogo dell’ex Milan è arrivato sulle colonne del Corriere della Sera, dove Borini ha espresso tutta la propria rabbia per quanto successo nelle scorse settimane: “poi dicono che i calciatori sono ignoranti! Io le sto provando tutte per prendere un diploma. Ho studiato con impegno, ma non mi fanno sostenere l’esame, rischio di buttare un anno. Prima il Covid, poi il campionato ogni tre giorni e ora la scuola chiusa per ferie. Il 2 luglio mi dicono che gli esami saranno il 10 luglio: io giocavo, avevo anche due trasferte. Mi hanno visto tutti! Il Verona manda una lettera in cui spiega che non posso assentarmi per ‘inderogabili ragioni lavorative’ ma niente da fare. Anche ad ipotizzare che le prove si svolgano nella settimana successiva a Ferragosto, in quel periodo tutti i docenti sono in ferie. Per me questo era l’anno buono, la prossima stagione non so dove giocherò, potrei essere anche all’estero, così è come se mi avessero bocciato senza fare l’esame”.