Wout Van Aert

Dopo diversi mesi di stop, con il Coronavirus che ha sgonfiato le gomme delle bici dei ciclisti di tutto il mondo, il grande spettacolo delle due ruote torna con una delle corse più entusiasmanti del calendario: la Strade Bianche 2020. Eccezionalmente in estate, con il caldo del primo giorno di agosto a rendere più complicati i 183.5 km di percorso, con i classici passaggi sullo sterrato, la Strade Bianche 2020 ha regalato grandi emozioni come da aspettative. Il successo è andato a Wout Van Aert che ha trionfato in solitaria sul traguardo di Piazza del Campo di Siena. C’è gloria anche per l’Italia con Davide Formolo che chiude al secondo posto: era dal 2016 che un italiano (Brambilla) non chiudeva a podio. Terza piazza per uno sfinito Maximilian Schachmann che cala alla distanza ma raggiunge ugualmente il gradino più basso del podio.