Usain Bolt
Foto Getty / Cameron Spencer

Ha corso più veloce di qualsiasi uomo sulla terra, ma è stato battuto dal Coronavirus. Anche Usain Bolt è risultato positivo al Covid-19 e dovrà osservare almeno 14 giorni di isolamento. La notizia è stata confermata dalla Nationwide X Fm, una delle radio più importanti della Giamaica, patria del primatista mondiale sui 100 e 200 metri. Non è ancora chiaro se il ‘Fulmine’ africano sia asintomatico.

Bolt
Noam Galai/Getty Images

Probabilmente la causa del contagio è stata la grande festa per il 34° compleanno del re della velocità, organizzata a casa della compagna Kasi Bennet. Al party esclusivo erano presenti diversi vip fra i quali i calciatori Leon Bailey e Raheem Sterling, entrambi di origini giamaicane, e il dj raggae Ding Dong Ravers. Secondo quanto si legge sul ‘Corriere della sera’, i testimoni hanno riferito che nessuno degli ospiti avrebbe indossato le mascherine. L’annuncio della festa era stato accompagnato da una forte ondata di polemiche visto il crescente numero di casi di contagio che ha investito la Giamaica nelle ultime settimane al punto da costringere il governo ad imporre il coprifuoco notturno in diverse zone del Paese.