Novak Djokovic
Foto Getty / Justin Setterfield

La stagione del tennis internazionale riparte, oggi infatti scatta il Masters 1000 di Cincinnati, spostato occasionalmente a New York per permettere ai giocatori di rinchiudersi in una bolla con il fine di disputare sia questo torneo che i successivi US Open.

Novak Djokovic
Foto Getty / Tom Dulat

Ci sarà anche Novak Djokovic, che alla vigilia di questo atteso evento ha espresso le proprie sensazioni, tornando a parlare anche dell’Adria Tour: “ho deciso solo all’ultimo di venire, ci sono ancora tante cose non chiare, ma ha prevalso la volontà di giocare e non ho paura per la mia salute. Organizzerei di nuovo l’Adria Tour, le intenzioni erano giuste. Se dovrò portarmi dietro per sempre questo errore, pazienza. Ma avverto un clima da caccia alle streghe. Non è vero poi che sono contro i vaccini, riconosco che ce ne sono stati di molto utili: semplicemente, non voglio essere obbligato a introdurre qualcosa nel mio corpo. Adesso è tutto a posto dopo la positività, ho fatto una tac al torace con esiti negativi, tutti gli esami di routine e ancora diversi tamponi dopo quello negativo“.

Roger Federer
Foto Getty / Gallo Images

Sull’assenza di Federer e Nadal dagli US Open, Djokovic ha chiosato: “il fatto che non ci siano loro è una delle ragioni per cui sono partito per New York. Sono delle leggende, mancheranno a me e a tutti i tifosi, ma io ho avvertito la responsabilità del top player: voglio raggiungere nuove vette“.