Pallotta
Paolo Bruno/Getty Images

Si aspettava solo la firma, arrivata nella tarda notte italiana. I legali connessi nel triangolo Roma, Boston, Houston hanno formalizzato gli ultimi dettagli dei documenti che hanno permesso di firmare il preliminare che consegna virtualmente la Roma nelle mani del magnate americano Dan Friedkin e del figlio Ryan. L’affare è di circa 600 milioni, debito compreso. Il closing verrà formalizzato entro la fine del mese, successivamente Pallotta otterrà i 200 milioni della sua quota. Friedkin verserà dunque un sostanzioso aumento di capitale che entro il 31 dicembre arriverà a 85/90 milioni. Dopo 9 anni di alti e bassi termina l’era Pallotta nella Capitale.