Magnini
Paolo Bruno/Getty Images

Filippo Magnini a caccia del riscatto: l’ex capitano della nazionale italiana di nuoto, reduce dalla brutta vicenda che lo ha visto indagato per doping, dalla quale però è uscito a testa alta, dimostrando la sua innocenza, adesso è pronto per un grande ritorno.

Magnini
Paolo Bruno/Getty Images

Nella sua Pesaro per presentare il suo progetto “Remind”, Magnini ha parlato di quello che potrebbe essere un clamoroso ritorno in vasca: “sono stato lontano dallo sport forzatamente per tre anni: questo è il primo passo per ritornarci. Presto lo saprete: a settembre deciderò per il rientro a Tokyo. In questi momenti ho ritrovato le persone giuste che mi hanno aiutato a superare le difficoltà. Come ha detto il sindaco Matteo Ricci, mi ha sempre contraddistinto la testa. Gli ultimi tre anni mi hanno messo un po’ in ginocchio, ma non mi hanno spezzato. Quando ne sono venuto fuori, ho pensato a un probabile rientro, per due motivi: l’amore per lo sport e la voglia di far vedere ancora la mia faccia a un ambiente che mi ha voltato le spalle. Non sarebbe facile tornare, mi alleno, vediamo a settembre. Ancora ci sto riflettendo“, queste le parole di Magnini che tra un mese circa diventerà padre per la prima volta