LeBron James
Foto Getty / Matthew Stockman

I Milwaukee Bucks potrebbero aver dato vita ad una protesta di massa che coinvolgerà tutti gli atleti NBA. La franchigia del Wisconsin ha deciso di boicottare Gara-5 contro gli Orlando Magic per lanciare un duro segnale di protesta dopo la violenza della polizia nel caso Jacob Blake, afroamericano (inoffensivo) colpito da 7 colpi di pistola da parte delle forze dell’ordine. Dopo la decisione di Antetokounmpo e compagni, anche i cestisti di Los Angeles Lakers, Portland Trail Blazers, Houston Rockets e Oklahoma City Thunder hanno deciso che non scenderanno in campo nelle rispettive partite che avrebbero dovuto svolgersi nella notte italiana. Nei Thunder gioca Chris Paul, presidente dell’associazione giocatori NBA che ha appoggiato in pieno la scelta dei colleghi.