Mirco Lazzari gp/Getty Images

Solo un 12° posto per Valentino Rossi al termine delle FP2 di Brno. Il ‘Dottore’ ammette di aver fatto qualche errore sul giro veloce, ma si sente ottimista per quanto riguarda il passo gara: “noi stiamo continuando sulla nostra strada, con un assetto molto simile a Jerez. C’è ancora tanto da lavorare, poi oggi non ho guidato benissimo nel giro veloce e infatti sono fuori dalla top 10. Però come passo non sono messo male e mi trovo abbastanza bene. Domani mattina sarà cruciale essere nei primi dieci per entrare direttamente in Q2, poi bisognerà lavorare perché in certi punti della pista non mi sento ancora abbastanza veloce. Però a livello di setting continuiamo su questa via“.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

A rendere il tutto più complicato sono le condizioni della pista: “siamo andati a luglio a Jerez, dove c’erano 60 gradi d’asfalto, quindi quello non ha aiutato perché non era il momento migliore per andare in Andalusia, ma era una situazione d’emergenza. A Brno invece ci sono tante buche, poi l’asfalto ha poco grip, quindi penso che qui sia quello il problema: quando guidi, spesso è difficile controllare la moto. Quindi penso che a Jerez sia stato il caldo e qui le condizioni dell’asfalto che non sono fantastiche. Il problema sono i soldi. Oggi ne parleremo in Safety Commission con i piloti, perché comunque Brno è una pista bellissima, ma per riasfaltarla ci vogliono diversi milioni di euro, quindi chi li mette? Il circuito dice che non ce li ha, anche perché è un momento difficile tra il fatto che la pista lavora poco e non ci sono i tifosi, quindi non ci sono grandi entrate. Oggi lo ridiremo nella Safety Commission, ma è una questione anche un po’ politica e di soldi“.