Marquez motorino
Mirco Lazzari gp/Getty Images

L’azzardo non ha pagato, affrettare i tempi dopo la caduta di Jerez I ha solo peggiorato la situazione di Marc Marquez, che adesso rischia un lungo stop dopo la nuova operazione andata in scena ieri.

Marc Marquez
Mirco Lazzari gp/Getty Images

La placca inserita dal dottor Mir nell’omero destro dello spagnolo due settimane fa non ha retto alle sollecitazioni della Honda, rompendosi e obbligando così i dottori ad un nuovo intervento, che potrebbe avere conseguenze devastanti. Il campione del mondo infatti uscirà solo domani dall’ospedale, dunque è impossibile un suo ritorno in pista per il Gran Premio di Brno previsto nel week-end. Si tratta della seconda gara d’assenza per Marquez, a cui potrebbero aggiungersi secondo la Gazzetta dello Sport anche le due di Zeltweg con possibile ritorno in pista previsto per il doppio GP di Misano Adriatico del 13 e 20 settembre.

Marquez e Vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Un mese di stop senza poter difendere il proprio titolo mondiale che, a questo punto, sembra davvero andato considerando già il distacco da Quartararo (50 punti) che potrebbe allargarsi considerevolmente nei prossimi appuntamenti. Un errore madornale quello commesso da Alberto Puig e dai medici, che non avrebbero dovuto permettere a Marquez di scendere in pista a Jerez. Un ‘no’ deciso avrebbe evitato tutti questi guai, mantenendo intatte le speranze di titolo per lo spagnolo. Adesso però la situazione è più complicata del previsto, l’obiettivo del campione del mondo è tornare nei tempi giusti senza dolore, dopodiché sarà tempo di ipotesi e valutazioni.