Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Brutta qualifica oggi per Valentino Rossi, che a Brno ha conquistato un anonimo decimo posto sulla griglia di partenza in vista della gara di domani.

Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Dottore ha sofferto il caldo e e le alte temperature del pomeriggio, non riuscendo a lottare con i migliori: “il passo è buono, sapevo che avrei sofferto un po’ di più oggi pomeriggio, ma speravo almeno di arrivare in terza fila, ma decimo è più difficile. Bisogna fare tutto bene e ci vuole anche un po’ di culo. Il podio è difficile, ma bisogna provarci in tutti i modi e comunque provare a fare una bella gara, partendo forte e provando a stare attaccato a quelli davanti, perché il passo ce l’ho. A vedere così, non sembra affatto male andare nel Team Petronas. Hanno della gente molto brava in squadra, sono organizzati bene e hanno uno sponsor con tanti soldi, che anche quello è importantissimo“.

Rossi e Morbidelli
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Dottore poi ha ammesso: “la Yamaha gli offre un grande supporto, anche a livello di ingegneri giapponesi che lavorano sulle moto. Comunque credo che la differenza oggi l’abbiano fatta i piloti, perché non penso che il Team Petronas sia meglio di quello ufficiale. Io ho parlato tanto con Yamaha della mia decisione di continuare anche l’anno prossimo, loro sono contenti e ho parlato anche con i giapponesi, chiedendo un supporto vero, quindi sembra e che avrò una moto buona in un team di primo livello“.