Morbidelli
Mirco Lazzari gp/Getty Images

E’ tornato oggi in pista Franco Morbidelli a cinque giorni dallo spaventoso incidente che lo ha visto protagonista con Zarco, lo ha fatto sulla stessa pista di domenica scorsa, un modo per esorcizzare la paura e la tensione relativi a quei momenti.

Zarco e Morbidelli
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il pilota del Team Petronas ha ammesso di aver dovuto fare i conti con sensazioni spiacevoli, superate poi con il passare dei minuti: “ho provato a superare l’impatto emotivo dell’incidente della scorsa settimana. Credo che sarà differente quando avrò altre moto accanto a me perché in quel momento i ricordi riaffioreranno. Non so come reagirò, ma cercherò di fare qualche giro nel traffico per capire come mi sentirò quando passerò in quel punto del tracciato. E’ stata una giornata positiva. In primo luogo ho lavorato per capire come mi sentissi sulla moto e mi sono trovato davvero a mio agio, non ho incontrato difficoltà. Successivamente ho lavorato per trovare la velocità sia con le gomme nuove al mattino che con le medie e le soft al pomeriggio e sono stato molto rapido anche se non sono riuscito ad ottenere il miglior tempo“.

Zarco
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Sulla penalità inflitta a Zarco, Morbidelli ha chiosato: “rispetto la decisione dei commissari. Ho detto la mia per quel che riguarda l’incidente, ma non ho voce in capitolo per quel che riguarda la penalità. Non mi interessa onestamente la sanzione che gli è stata inflitta, l’incidente c’è già stato. Dal momento in cui ho espresso la mia opinione ho voltato pagina. Il compito dei commissari è quello di analizzare quanto accaduto e decidere se punire o meno un pilota. Non sono in cerca di vendetta nei confronti di Johan. Siamo amici e corriamo insieme da quando eravamo piccoli. Ho soltanto espresso il mio punto di vista dopo un incidente molto violento che sarebbe potuto costare caro“.