Dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Una gara pazzesca, anche oggi, in Austria: Miguel Oliveira ha conquistato il Gp di Stiria, lasciandosi alle spalle Miller e Pol Espargarò. Quinto invece Andrea Dovizioso, che non è riuscito a lottare con i migliori per il podio.

dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Ho imparato che bisogna aspettare e aver ele conferme dai dati e da quello che ci può dire anche michelin. Andavo pianissimo, dal primo giro non andavo e ogni giro mi alzavo e andavo sempre più iano, non potevo frenare, il dietro non ce l’avevo proprio e mettevo in crisi anche il davanti. siamo stati fortunati dalla bandiera rossa, era un disastro e sarebbe andata ancora peggio. SArà hiaro dopo gli studi cosa è successo, che non accada più. Dopo la bandiera rossa abbiamo fatto una scelta diversa, siamo andati con la morbida come domenica scorsa, non voglio dire niente di più, a parte questo siamo sati fortunati, in gara 2 ci ho provato fino alla fine, ma lo stesso limite che avevo visto la settimana scorsa è successo esattamente anche oggi, solo che oggi andavano un po’ più forte gli altri, ma soprattutto non sono riusito a mettermi nella posizione giusta, non risuciamo ad uscire dalle curve, nella prima parte di uscita di spunto mi parte e perdo velocità e dopo se c’è un rettilineo torno alla stessa distanza, se non c’è perdo“, ha spiegato il ducatista ai microfoni Sky.

Dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

KTM? Sono in tre a stare davanti spesso ultimamente, vuol dire che la loro base è diventata buona, accelerano davvero forte, non capiamo ancora quale può essere la motivazione, è una moto diversa, usano sospensione diversa, non puoi avere una spiegazione chiara del motivo, la prima parte di uscita di curva vanno molto forte e di conseguenza il resto sono competitivi e riescono a star davanti“, ha aggiunto Dovizioso prima di commentare quanto accaduto a Vinales: “davvero brutto quando devi lanciarti dalla moto, non hai nessun potere, dispiace perdere le gare così non ha senso, quando hai questo tipo di problemi è brutto, ci rifaremo“.