Zavoli
Keystone/Getty Images

Il mondo dello sport italiano perde uno dei personaggi più brillanti, un uomo capace di raccontare le più belle sfaccettature di calcio e ciclismo. Nella serata di ieri si è spento a Roma il grande Sergio Zavoli, spirato all’età di 96 anni.

Inizialmente scrittore e giornalista politica, nel 1947 comincia la sua carriera alla Rai, portando in televisione il giornalismo d’inchiesta con alcuni servizi rimasti nella storia della tv. Per quanto riguarda lo sport, Zavoli ha lanciato negli anni ’60 il programma ‘Processo alla tappa‘, storica trasmissione dedicata al Giro d’Italia. “Il mondo non è fatto di primi, ma di secondi, terzi, ultimi, di gente che arriva fuori tempo massimo pur sputando sangue” il suo mantra, con un occhio di riguardo sempre ai gregari piuttosto che ai vincitori. Oltre al ciclismo, Zavoli ha amato anche il calcio, inventando insieme a Roberto Bortoluzzi e Guglielmo Moretti il programma “Tutto il calcio minuto per minuto”. Domani verrà allestita la camera ardente in Senato, dopodiché la salma verrà trasferita a Rimini per la tumulazione.