Wout Van Aert si prende la gloria, vincendo la 111ª edizione della Milano-Sanremo dopo aver trionfato anche alla Strade Bianche. Il corridore della Jumbo-Visma vince in volata al cospetto di un irriducibile Julian Alaphilippe, capace di metterlo alle corde fino all’ultimo centimetro di corsa.

Era dal 1999 che un atleta belga non si imponeva nella Classicissima, non poteva che essere Van Aert a rompere questo lunghissimo digiuno, considerando il suo eccezionale periodo di forma, confermato anche dalla vittoria alla Strade Bianche di qualche giorno fa. Completano il podio Julian Alaphilippe, secondo per pochi millesimi, e Michael Matthews abile a tenere alle proprie spalle Peter Sagan. Ottimo il quinto posto di Giacomo Nizzolo, seguito da Smith e Aranburu Deba, classificatisi rispettivamente in sesta e settima posizione. Ottavo Van Avermaet, mentre completano la top ten Gilbert e Mohoric.

Wout van Aert, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “è incredibile vincere la Milano-Sanremo dopo aver conquistato la Strade Bianche. Sul Poggio ero al limite, Alaphilippe ha attaccato prima di quando mi aspettassi; non sono riuscito a stargli a ruota e ho dovuto inseguirlo. Ha corso molto bene, per fortuna avevo ancora abbastanza energia e sono riuscito a batterlo allo sprint. Per me è una ripartenza di stagione bellissima”.