Lewandowski
Pool/Getty Images

Un 2020 stratosferico per Lewandowski: il giocatore del Bayern Monaco è riuscito ad aggiudicarsi le vittorie in tutti i tornei disputati, diventando anche il capocannoniere di tutti i campionati.

Ciliegina sulla torta è stata la vittoria in Champions League, nella finale vinta contro il PSG. La stagione, però, per Lewandowski termina con un’amarissima delusione: non sarà assegnato il Pallone d’oro.

Lewandowski
Pool/Getty Images

A chi avrei dato il Pallone d’Oro? A me stesso. Con il Bayern Monaco abbiamo vinto tutto. Bundesliga, Coppa di Germania, Champions League. Sono stato il capocannoniere. Ovviamente la pressione su un altro giocatore magari era più forte. Ma con i miei numeri a chi altro sarebbe dovuto andare il Pallone d’Oro? Chiunque con i miei numeri avrebbe vinto. Sinceramente, comunque, non ci ho pensato più di tanto. Volevo la Champions League, era la mia priorità. E ce l’ho fatta”, ha dichiarato il polacco a Sportowe Fakty.

bayern monaco
Pool/Getty Images

“Ho sempre pensato alla Champions League e alle foto che mi sarei potuto fare una volta vinta. Il giorno della finale abbiamo fatto festa fino al mattino, qualcuno doveva tenere la Coppa sotto controllo, così ci ho pensato io. Ancora non ci credo. Ho visto per anni i miei rivali sollevarla e mi ero promesso che un giorno l’avrei fatto anche io. Ecco, ora ce l’ho fatta. Prima della partita contro il Barcellona, Gnabry e Kimmich mi hanno chiesto se avremmo vinto la Champions. Io ho risposto senza esitazione di sì”, ha concluso Lewandowski.